• Prova sezamo.it per te 10€ di sconto + consegna gratuita sul tuo primo ordine!

    Registrati su sezamo.it e inserisci il codice SEZAMO10 sul tuo primo ordine per avere uno sconto immediato di 10€ e consegna gratuita, cosa aspetti? Ordina subito!

Filabella Ricotta di Bufala Campana DOP

250 g
2,79 € 11,16 €/kg
Categoria:
Origine: Italia,

Il Prodotto

La Ricotta di Bufala prodotta da Filab è un prodotto lattiero-caseario fresco, privo di maturazione, ottenuto per coagulazione al calore delle proteine del siero di latte di bufala, materia prima derivante dalla produzione di Mozzarella di Bufala Campana, che le conferisce particolari caratteristiche strutturali di cremosità e morbidezza, un colore bianco porcellana, e spiccate proprietà sensoriali descrivibili come fragranza delicata di latte e dolcezza.

 

Utilizzo

Si può consumare sia fresca che come ingrediente di prodotti alimentari trasformati come la pasta ripiena ed i dolci.

Conservare in frigorifero ad una temperatura compresa tra i +2°C/+6°C; dopo l'apertura conservare in frigorifero e consumare entro un giorno e comunque entro la data di scadenza. Consumare tal quale o come ingrediente. Si raccomanda di tenere la confezione a temperatura ambiente un paio d'ore prima del consumo.

Il Produttore

FILAB è una azienda in provincia di Salerno, in particolare è l'acronimo di "Filiera Latte Bufalino". Per garantire una produzione di Mozzarella di Bufala Campana D.O.P di elevata qualità sono stati attuati alcuni interventi che hanno riguardato l'ammodernamento degli allevamenti dei fornitori del latte, l'ottimizzazione dell'alimentazione e il controllo dello stato sanitario delle bufale, la realizzazione di un moderno ed efficiente caseificio.L'azienda è certificata per la produzione Biologica e DOP.

Stabilimento del Produttore

FILAB s.r.l.

Via delle Industrie, 1/c

84092 Bellizzi (SA)

Durata
Durata minima garantita dal momento della consegna: 2 giorni.Se la durata minima è inferiore, ti invitiamo a contattarci e a chiedere un rimborso. Non applicabile agli articoli della sezione Save the Food.